Clinica Tarabini Modena e Carpi Logo
centro chirurgico modena carpi Clinica Tarabini

Blefaroplastica

Che cos’è la blefaroplastica

La blefaroplastica è una procedura di chirurgia plastica solitamente eseguita in anestesia locale per migliorare l’aspetto e la funzionalità delle palpebre. La blefarocalasi si manifesta a causa dell’eccessiva lassità della pelle della palpebra superiore che si incurva e si piega, andando a raggiungere l’occhio e talvolta parti importanti del campo visivo.

Sulla palpebra superiore, possono esserci vari gradi di pelle in eccesso. All’inizio sembra una piega della pelle, fino a quando il suo peso ostacola le sue normali funzioni. Nel primo caso l’operazione migliora l’aspetto estetico, nel secondo ha le caratteristiche di un vero e proprio intervento correttivo.

Le borse adipose, dette anche protrusione del tessuto perioculare, sono anomalie causate dall’indebolimento del setto fibroso e del muscolo orbicolare dell’occhio. Le borse di solito compaiono sulla palpebra inferiore, ma a volte possono anche interessare la palpebra superiore. La loro presenza rende l’aspetto pesante e stanco. Pertanto, l’intervento può consentire di trattare questi segni di invecchiamento precoce del viso.

L’intervento di blefaroplastica può avere anche come scopo la correzione della forma dell’occhio. Questi sono casi speciali di pazienti asiatici che aspirano ad avere forme oculari più simili a quelle europee.

Quando è consigliato un intervento di blefaroplastica

Rimuovere il tessuto in eccesso dalle palpebre può migliorare la qualità della vita. Problemi come occhi cadenti, sguardi spenti o tristi, possono essere risolti attraverso la blefaroplastica. In particolare, il trattamento chirurgico è consigliabile per:

  • Palpebre superiori cadenti
  • Eccesso di pelle delle palpebre superiori che interferisce con la visione periferica
  • Pelle in eccesso sulle palpebre inferiori
  • Borse adipose

Modalità Intervento di blefaroplastica superiore, inferiore e transcongiuntivale

Ambiente

L’intervento di blefaroplastica viene eseguita all’interno di una sala operatoria, completamente sterilizzata.

Anestesia

Di solito è suffciente l’anestesia locale, anche se in alcuni casi viene eseguita l’anestesia generale.

L'intervento

Prima di tutto bisogna fare una distinzione tra blefaroplastica superiore e inferiore. L’intervento chirurgico per la palpebra superiore prevede un’incisione della pelle a livello della plica palpebrale (quindi rimane nascosta quando l’occhio è aperto). Per quanto riguarda la palpebra inferiore si può eseguire l’intervento attraverso un accesso esterno (taglio 2 mm sotto l’attaccatura delle ciglia) che può estendersi di qualche millimetro lateralmente alla palpebra o internamente a livello transcongiuntivale. In questo caso, l’incisione viene praticata sulla superficie interna della palpebra, rendendo la cicatrice non invadente e impossibile da vedere. Dopo aver rimosso la pelle, i muscoli e il grasso, vengono eseguite le suture. Nella blefaroplastica inferiore transcongiuntivale, le suture di solito non vengono utilizzate. Per la medicazione, invece, vengono applicati dei cerotti medici specifici.

Durata

Questa operazione può variare dai 45 ai 120 minuti, in base al livello dell’intervento.

Risultati

L’intervento di blefaroplastica migliora l’aspetto estetico e le funzionalità delle palpebre. Rimuovendo e rimodellando in modo personalizzato la pelle, il tessuto muscolare e adiposo in eccesso, offre la possibilità di contrastare i segni del tempo migliorando la qualità della vita della persona.

Desideri prenotare una visita con uno dei nostri specialisti?

Tempi di guarigione della blefaroplastica

Prognosi

Sebbene i risultati possano variare, lividi e gonfiore generalmente regrediscono in 10-20 giorni, mentre altri effetti collaterali come lacrimazione e fotofobia con un certo offuscamento della visione, svaniscono nel giro di pochi giorni. Fondamentale durante il processo di guarigione è fare attenzione a proteggere la pelle delicata delle palpebre da un’eccessiva esposizione al sole.

Regole per una corretta guarigione

La fase post-operatoria per il paziente che si è sottoposto alla blefaroplastica è importantissima. Per questo al paziente viene consigliato il riposo assoluto, cercando di tenere sollevato il capo durante le prime 24 ore posteriori all’intervento applicando del ghiaccio per alcune ore. Inoltre si raccomanda di:

  • seguire la terapia antibiotica prescritta dal medico per 5 giorni
  • utilizzare colliri e pomate per 2 settimane almeno
  • evitare l’utilizzo di lenti a contatto per almeno 2 settimane
  • evitare di mettersi alla guida di un mezzo nelle 48-72 ore successive all’intervento
  • evitare particolari sforzi fisici in generale nei primi 10-14 giorni (attività sportive comprese)
  • evitare l’esposizione diretta ai raggi solari nei due mesi seguenti.

 

Le suture vengono rimosse in genere dopo 5-6 giorni dopo l’intervento.

Durata dei risultati

I risultati della blefaroplastica sono solitamente di lunga durata e, per alcuni soggetti, non è necessario reintervenire prima dei 10 anni dal primo intervento.

Gli specialisti di blefaroplastica a Modena e Carpi di Clinica Tarabini

La blefaroplastica può migliorare la vita sia esteticamente che funzionalmente.

Se hai problemi causati dalla blefarocalasi, il dottor Ivan Gaja, specialista di Clinica Tarabini, può aiutarti a ripristinare lo sguardo e tutto ciò che quotidianamente risulta problematico. Il dottor Gaja, punto di riferimento per la Chirurgia e la Medicina estetica del viso e del corpo, è iscritto all’European Academy of Facial Plastic Surgery e, attraverso le più recenti scoperte nel campo della chirurgia, è in grado di realizzare gli obiettivi dei nostri pazienti.

Chirurgia plastica
Medicina estetica
Chirurgia plastica
Medicina estetica
Chirurgia plastica
Medicina estetica
Chirurgia plastica
Medicina estetica

Video

Desideri prenotare una visita presso il nostro centro?

News sull'argomento

Nessuna news da mostrare
Ricerca nel sito