fbpx
Tunnel carpale: i migliori specialisti a Modena

Tunnel carpale: i migliori specialisti a Modena

tunnel carpale modena

Quante volte utilizziamo le nostre mani in un giorno? Difficile dirlo visto che sono coinvolte in tante operazioni anche involontarie. Molto più facile ricordarlo quando qualcosa non va alle nostre mani e provoca dolore. Lo capiamo subito anche dalle ripercussioni negative sulle nostre attività quotidiane. Dato poi che la nostra mano è composta da 27 ossa, 18 muscoli, 12 tendini flessori e 12 estensori oltre ai vasi e alle terminazioni nervose, tale complessità ci suggerisce cautela nella diagnosi e nella cura delle sue principali patologie che possono essere di origine traumatica, infiammatoria e neoplastica oppure semplicemente degenerativa.

Avrete forse sentito parlare del tunnel carpale e dei sintomi che ne accompagnano la sindrome oppure degli esercizi e dei rimedi per eliminare il relativo dolore. Oggi chiariremo bene questi aspetti in modo da aiutarvi a inquadrare il problema e a scegliere il primo percorso di cura insieme ai migliori specialisti di tunnel carpale a Modena e a Clinica Tarabini, il centro specializzato in Chirurgia ortopedica per Modena e provincia.

 

Cos’è la sindrome del tunnel carpale

Prima di parlare della sindrome, è importante inquadrare bene la definizione anatomica. Il tunnel carpale è un canale (tunnel appunto) posizionato tra il polso e il palmo della mano che permette il passaggio dei tendini dei muscoli flessori delle dita e di un nervo, quello mediano, che si origina nella zona dell’ascella e culmina nelle dita. Il nervo mediano, infatti, permette la sensibilità delle dita e il loro movimento.

Come si origina quindi il dolore? Con l’ingrossamento dei tendini circostanti, il nervo mediano si comprime fino a provocare la sensazione dolorosa. Inoltre, la pressione limita il passaggio del flusso sanguigno e riduce la conduzione nervosa. La pressione dei tendini sul nervo e le sue spiacevoli conseguenze definiscono quella che viene comunemente chiamata la sindrome del tunnel carpale.

 

Quali sono le cause della sindrome del tunnel carpale?

Abbiamo prima accennato dell’importanza della mano nella vita quotidiana e di quanto questa sia costantemente sollecitata nello svolgimento di tante attività. La crucialità della zona interessata tuttavia, non basta a spiegare l’infiammazione dei tendini all’origine della pressione sul nervo mediano.

Servono altre possibili cause per spiegare l’infiammazione dei tendini all’origine della sindrome del tunnel carpale. Tra queste ricordiamo:

  • i traumi;
  • la particolare anatomia di un individuo ovvero un tunnel carpale più stretto del normale;
  • gli ormoni (si veda il capitolo legato alla gravidanza e alla maggiore probabilità di comparsa della sindrome tra le donne);
  • lavori particolarmente usuranti o ripetitivi come, ad esempio, l’uso quotidiano del mouse del pc e la conseguente infiammazione della guaina che riveste i tendini;
  • le malattie sistemiche come, ad esempio, il diabete.

Se avete dei dubbi sulla salute e sull’efficienza della vostra mano, prenotate un approfondimento con gli specialisti del tunnel carpale a Modena di Clinica Tarabini.

 

Come si riconoscono i sintomi della sindrome del tunnel carpale?

specialista tunnel carpale modenaI principali sintomi che possono far pensare alla sindrome del tunnel carpale sono il formicolio alle dita e una discreta perdita di forza nella presa con una comparsa di questi fenomeni di notte o al mattino presto. Non è un caso che la sindrome si manifesti in questi periodi della giornata; di notte, infatti, a causa della prolungata posizione da sdraiati, i liquidi nel corpo si ridistribuiscono anche nella zona degli arti superiori generando maggiori sintomi nella parte in discussione. I problemi si registrano spesso al pollice, all’indice e all’anulare.

Se vi riconoscete in uno di questi sintomi e se questi persistono nel tempo, è consigliabile rivolgersi al proprio medico e allo specialista per una corretta valutazione del problema. Come sempre la tempestività è importante e può evitare complicazioni ben più gravi. Prenotate una visita con gli specialisti del tunnel carpale a Modena e provincia di Clinica Tarabini.

 

La prima visita per il tunnel carpale 

Oltre alla prima visita condotta dallo specialista finalizzata all’analisi del polso e delle sue condizioni, viene solitamente indagata la storia del paziente e posta attenzione sulle sue abitudini di vita. In questa fase ovvero nella costruzione di un quadro clinico completo, il chirurgo ortopedico può avvalersi dell’aiuto del fisioterapista. I test iniziali più comuni sono quelli di Phalen e Tinel: sono i test di compressione ed elevazione la cui esecuzione non richiede particolari macchinari e naturalmente nessuna preparazione da parte del paziente.

Qualora le prime verifiche non dovessero fornire un quadro chiaro, il medico specialista valuterà l’utilizzo dell’elettromiografia, un esame utilizzato nella diagnostica neurologica per l’indagine delle patologie del sistema nervoso periferico e dell’apparato muscolare. L’elettromiografia è in grado di evidenziare, attraverso tre precise sequenze di indagini diagnostiche, l’eventuale “intrappolamento” di un tronco nervoso, come appunto nel caso della sindrome del tunnel carpale. L’esame non richiede particolare preparazione.

Se pensate di avvertire uno dei sintomi descritti, prenotate una visita con gli specialisti del tunnel carpale di Clinica Tarabini per Modena e provincia.

 

Come si cura la sindrome del tunnel carpale? Le principali terapie

Naturalmente l’individuazione delle cause della patologia e la diagnosi corretta del problema sono il primo e importante passo per la risoluzione della sindrome. Sembra un punto banale ma la moltitudine di cause impone un’analisi molto attenta del caso al fine di escludere trattamenti non appropriati. Quando richiesto, l’intervento chirurgico rappresenta il modo più efficace e risolutivo per riportare il tunnel carpale alla sua condizione ottimale. Si tratta di un intervento piuttosto rapido la cui dinamica non è affatto invasiva.

L’intervento avviene per via endoscopica tramite una piccola incisione all’altezza del polso; il chirurgo sfrutterà questa piccola apertura per inserire uno strumento di precisione video-guidato in grado di tagliare e sistemare il canale dove passa appunto il nervo mediano. Il recupero, se ben condotto, è piuttosto rapido e il paziente è messo subito nelle condizioni di poter svolgere le attività quotidiane, dalle più semplici a quelle complesse. Il dolore al tunnel carpale è raramente recidivo. Il consiglio è quello di intervenire il prima possibile per evitare recuperi parziali.

fisioterapia mano modenaLa strada della chirurgia, seppur tra le più efficaci, non è l’unica possibile. Esistono, infatti, alcuni rimedi alla sindrome del tunnel carpale che richiedono l’intervento della fisioterapia. L’approccio del fisioterapista può essere composto da più trattamenti: dalla laserterapia per ridurre dolore e infiammazione alla terapia manuale finalizzata ad agevolare lo scorrimento del tendine. Il fisioterapista sarà, inoltre, in grado di indicarvi dei semplici esercizi da fare a casa per agevolare la risoluzione della sindrome del tunnel carpale oltre a suggerirvi i più opportuni cambi di abitudini di vita.

Clinica Tarabini, nell’ottica del suo approccio multi-disciplinare, mette a disposizione i migliori specialisti in Fisioterapia per la migliore risoluzione della sindrome del tunnel carpale a Modena e provincia.

 

Tunnel carpale in gravidanza

Avete appena concluso una gravidanza e continuate ad avvertire uno strano formicolio alle dita delle mani? Lo avete percepito anche durante lo stato di gravidanza? Nulla di così raro. Potrebbe trattarsi, infatti, della sindrome del tunnel carpale, uno stato molto frequente tra le donne in gravidanza. Le cause? Prima di tutti i cambiamenti ormonali tipici di quella fase che provocano un ingrossamento della guaina del tunnel e la conseguente pressione sul nervo mediano. Da qui la sensazione di formicolio alle dita delle mani.

Tra le altre cause occorre ricordare il cambiamento di peso che determina la riduzione dello spazio disponibile nel canale e una possibile predisposizione individuale. Solitamente la sindrome si attenua e scompare dopo il parto gradualmente. Nei casi in cui dovesse persistere, tuttavia, è consigliabile rivolgersi ad uno specialista per l’analisi e gli esami di approfondimento del caso.

 

I migliori specialisti di tunnel carpale a Modena 

Clinica Tarabini è un centro di eccellenza multidisciplinare che opera a Modena e provincia. La sua mission è quella di mettere il paziente al centro di un percorso di cure eccellenti, con attenzione e professionalità.

specialista-chirurgia-mano-modenaLa Clinica ha affidato la divisione di Chirurgia della mano a Marcello Marcialis, specialista in Chirurgia della Mano, Microchirurgia Ortopedica, Ortopedia e Traumatologia. Il Dottor Marcialis ha conseguito una specializzazione con lode in Ortopedia e traumatologia con indirizzo Chirurgia della mano e microchirurgia ortopedica presso l’università di Modena. Con oltre 400 interventi di chirurgia della mano effettuati negli ultimi 20 anni, il Dottor Marcialis mette a disposizione tutta la sua esperienza a favore dei pazienti e si pone come un punto di riferimento, in termini di competenza e leadership, per tutto il suo team all’interno della Clinica. Richiedete un appuntamento per approfondire in modo professionale e specializzato tutte le eventuali patologie della mano e in particolare la sindrome del tunnel carpale.

Compongono la divisione di Ortopedia della Clinica Tarabini, la Dottoressa Maria Cristina Facchini, il Dottor Antonio Saracino e il Dottor Vincenzo Tronci (guarda le schede dei nostri specialisti qui). Clinica Tarabini conta più di tredici specializzazioni mediche tra cui la chirurgia ortopedica oltre all’odontoiatria avanzata, fiore all’occhiello della struttura.

I migliori specialisti per la risoluzione della sindrome del tunnel carpale a Modena e provincia operano presso la Clinica Tarabini.